Premesse


Collocazione nel progetto formativo

Il corso offre la prima esperienza di composizione architettonica all’interno del corso di laurea in Ingegneria edile-architettura, pertanto richiede una particolare attenzione verso l’approccio compositivo dello studente che dovrà imparare a sviluppare un progetto di architettura sia sul piano teorico che su quello distributivo e tipologico, tenendo conto di tutte le problematiche presenti in un dato sito, e delle relative scale di intervento.
All'interno del laboratorio, lo studente metterà in pratica le nozioni acquisite durante le lezioni e le esercitazioni del corso, sviluppando il progetto completo di una architettura di piccole dimensioni, collocata in un determinato sito.


Struttura delle attività previste

Nella prima giornata del corso e del laboratorio saranno assegnati un tema, un’area e un programma funzionale. Durante il corso gli studenti svolgeranno sette esercitazioni (cinque nel I semestre, due nel II semestre) strumentali allo sviluppo progressivo del progetto, affinché questo sia elaborato dallo studente per step controllabili e distribuiti in modo equilibrato all’interno delle ore previste.
Sulla base dei dati forniti dalla docenza, lo studente dovrà sviluppare la propria idea progettuale all’interno di un contesto specifico, scegliendo come riferimenti esempi di architetture progettate e/o realizzate da Maestri dell’architettura.
Saranno impartite lezioni specifiche relative a temi dell’architettura contemporanea ritenuti funzionali allo svolgimento degli esercizi proposti. Durante le esercitazioni e le ore di laboratorio, gli studenti lavoreranno in gruppi da due persone ed ogni componente approfondirà il progetto della propria architettura fino alla scala 1:50.


Obiettivi formativi

Il corso è finalizzato al raggiungimento dei seguenti obiettivi:
1. esercitare il senso della composizione architettonica nell’ambito di questioni relative alla progettazione e riqualificazione dell’esistente, analizzando ed osservando anche le caratteristiche dei luoghi in cui si opera, le loro criticità e le potenziali trasformazioni;
2. imparare a confrontare il proprio lavoro con quello dei Maestri dell’architettura, acquisendo la capacità di individuare le differenze o le affinità, al fine di comprendere il grande valore di tale esercizio;
3. studiare la dimensione della composizione delle parti di una architettura di piccole dimensioni, distribuendo opportunamente gli spazi in relazione alle funzioni assegnate.
Il Laboratorio offrirà l'opportunità di sperimentare le nozioni apprese durante le lezioni e le esercitazioni del corso, al fine di acquisire la capacità di:
1. sviluppare un progetto architettonico in un sito specifico secondo un programma funzionale prestabilito;
2. compiere scelte tipologiche, compositive, distributive;
3. definire i materiali costruttivi coerentemente alle scelte compositive effettuate.